Presentazione

La Sportfund fondazione per lo sport Onlus nasce da un’esperienza trentennale in ambito sportivo paralimpico e dalla passione dei suoi fondatori che riconoscono allo sport dilettantistico una primaria e insostituibile funzione educativa, di integrazione e di protezione dei giovani – in special modo per coloro che si trovano in condizioni di svantaggio – oltre a ritenerlo fattore di crescita e prosperità sociali.

È opinione dei Fondatori che lo sport contribuisca anche a contenere il disagio giovanile che può degenerare in nichilismo e violenza verso se stessi e la società.

Principi ispiratori e finalità

La Fondazione, facendo propri i principi sanciti dall’articolo 32 della Costituzione della Repubblica Italiana e riconoscendosi nel disegno di cooperazione dell’Unione europea, persegue finalità di solidarietà sociale svolgendo attività nel settore dello sport dilettantistico a favore di persone svantaggiate in ragione di condizioni fisiche, psichiche, economiche, sociali o familiari.
I Fondatori individuano altresì nello sport uno strumento per costruire e rafforzare le relazioni pacifiche e costruttive tra gli individui e i popoli di ogni cultura.
La Fondazione, inoltre, promuove l’applicazione della Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità, con riferimento all’articolo 30 che riconosce il diritto delle persone con disabilità ad accedere ai luoghi e alle attività sportive su base di eguaglianza con gli altri.

I progetti istituzionali della Fondazione sono rivolti a:
– persone con disabilità, di tutte le età, favorendo l’integrazione, l’inclusione sociale e l’abbattimento delle barriere culturali e architettoniche;
– giovani a rischio di devianza;
– giovani che per mancanza di possibilità economiche non potrebbero praticare attività sportive;
– bambini con particolari patologie che necessitano di specifica assistenza in ambito sportivo e ricreativo.
L’obiettivo è di promuovere lo sport inclusivo in contesti integrati e non ghettizzanti coinvolgendo anche gli istituti scolastici in cui sono inseriti i bambini e gli adolescenti con bisogni speciali.

La Fondazione si pone altresì l’obiettivo di rimuovere gli ostacoli di ordine economico che possono limitare l’accesso all’attività sportiva da parte dei destinatari summenzionati.

Costruzione di reti sociali

La Fondazione favorisce la consultazione con  enti pubblici e privati, portatori di un interesse collettivo attinente agli obiettivi della Fondazione e valuta la possibilità di collaborazione con enti senza finalità di lucro, operanti nel medesimo settore di intervento, in una logica di rete con soggetti di comprovata esperienza e capacità.

Per il raggiungimento di questo obiettivo la Fondazione opera in una logica di cooperazione progettuale ed economica virtuosa tra gli enti sopra citati, con i quali verranno condivisi i progetti istituzioni al fine di favorire la più ampia condivisione di professionalità e la diffusione dei risultati ottenuti, a beneficio dei soggetti destinatari dei progetti e della collettività.