Il progetto, presentato da Sportfund, prevede la realizzazione di un intervento multidisciplinare con il coinvolgimento di bambini e ragazzi con disabilità o disagio sociale e ragazzi coetanei senza situazioni similari, così da stimolare, attraverso lo sport, il senso di uguaglianza che è insito in ciascuna persona, in particolare nei giovani.

L’attività motoria risulta essere lo strumento più efficace e fondamentale per migliorare le condizioni psicomotorie di bambini e adulti di qualsiasi età, in special modo se con disabilità o con problematiche di grave disagio sociale, oltre a migliorare la qualità di vita dei soggetti partecipanti e di chi è a stretto contatto con loro.

La pratica sportiva, inoltre, è la chiave d’accesso per l’integrazione dei giovani, oltre che mezzo di prevenzione del disagio eventualmente presente.

Tra gli obiettivi del progetto, quindi, l’inclusione delle persone a rischio di devianza sociale e la valorizzazione dei giovani come risorsa per la nostra Comunità.

Il progetto, presentato da Sportfund a valere sul bando per la “concessione di contributi a sostegno di progetti di attività ludico motoria sportiva”, è risultato primo in graduatoria su 36 progetti presentati, con un punteggio di 100/100.

La Città di Bologna è sede ospitante dei Campionati Europei di Calcio Under 21 per l’anno 2019