La presenza di Cecilia Camellini, nuotatrice italiana non vedente, campionessa europea, mondiale e paralimpica di nuoto, ha contribuito a infondere entusiasmo agli istruttori presenti al corso “Operatore Sportivo per la Disabilità” organizzato da Sportfund e da Uisp Bologna.

“Il mio istruttore fece qualcosa di rivoluzionario”, ha raccontato Cecilia, “infondendomi sin da piccola il messaggio che con la costanza e la determinazione si possono raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati”.

La nuotatrice emiliana, inoltre, ha riportato alla platea di corsisti quelle che, a suo parere, sono le abilità che un istruttore deve possedere: conoscenza della tecnica ma anche, e soprattutto, capacità di trasmettere le “sensazioni” legate allo sport insegnato.

Le domande rivolte all’atleta sono state numerose e alla richiesta di quanto abbia inciso l’attività sportiva nel suo percorso personale, la risposta di Cecilia è stata tranciante: “l’attività sportiva ha cambiato tutto”.

Sabato ci sarà la conclusione del corso che abiliterà venticinque nuovi istruttori di primo livello specializzati nell’insegnamento alle persone con disabilità.

Un altro passo avanti verso l’inclusione e l’integrazione, attraverso lo sport.

Il corso è realizzato grazie al sostegno della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna