Passione, fatica, gioia, avventura: questi gli elementi essenziali che hanno contraddistinto la quarta edizione di Brenta open.
Anche quest’anno molte persone si sono messe in gioco, sfidando se stesse in una delle cornici naturali più belle del mondo, taluni salendo fino alla Vedretta degli Sfulmini, altri scalando i Gemelli e le Torre Prati.
Anche quest’anno la storia di pochi è diventata la conquista di molti.

Foto: Filippo Frizzera