Prosegue l’attività multidisciplinare di avviamento allo sport per ragazzi con disabilità presso la palestra dell’Istituto Enrico Mattei di San Lazzaro di Savena, Bologna.
A coordinare le attività due istruttori della Sportfund, Ottavio Martinelli e Simona Galli.

“Nell’ottica dell’integrazione e dell’inclusione stiamo offrendo ai ragazzi con disabilità un percorso motorio multidisciplinare specifico e individualizzato, adeguato alle esigenze e capacità di ognuno, rispettando le tappe di sviluppo psicomotorio individuale.Grazie all’attività ludico-motoria, variata il più possibile per stimolare i nostri ragazzi, cerchiamo di ottenere un miglioramento della sfera comportamentale, cognitiva, emotiva, motoria e relazionale. In ogni incontro i progressi e i risultati sono tangibili, anche dal riscontro che ci perviene dalle famiglie” afferma Simona Galli, laureata in scienze motorie con specializzazione nell’attività motoria adattata.

“I bambini stanno sviluppando un’elevata attenzione a tutto ciò che facciamo, anche con tempi di attesa prolungati. Ultimamente riescono a esprimere la propria volontà, con risposte affermative alle domande, oppure stando in silenzio quando la risposta è negativa. Come obiettivo si eseguiranno schemi motori sempre più complessi, o addirittura combinati”, così riferisce Ottavio Martinelli, istruttore laureato in scienze motorie e specializzato nell’insegnamento alle persone con disabilità.

Il progetto è realizzato con il contributo della Fondazione Prosolidar Onlus, della Fondazione Maccaferri e di Essse Caffè.